Il fascino degli insetti

4d0e5fd7f7892b446fd098d5ea421971

Non ricordo quando è nata la mia passione per gli insetti e per quale motivo.

Sono decorati con migliaia di tonalità di colori splendidi che spesso restano nascosti finché non andiamo a guardarli sotto una lente d’ingrandimento. I loro corpi ci stupiscono con le forme più disparate: occhi giganti, corpi minuti, ali trasparenti o con un aspetto mimetico, alcuni in grado di prendere le sembianze di altri per proteggersi. Ogni esemplare è unico.

Sono tra i più antichi colonizzatori delle terre emerse, muniti di un instancabile senso del lavoro e spesso organizzati in gerarchie impressionanti. Tanti di loro trascorrono la gran parte della loro vita da bruco, per poi giungere alla bellezza assoluta solo poco prima della morte.

E la loro notevole capacitá di competizione é una sensazione che conosciamo bene anche nella nostra societá.

 

Ma per una grande parte di popolazione l’insetto ha anche un aspetto negativo, di portatore di malattie e sporcizia.
A me ha catturato anche questa duplice simbologia (vi racconterò qualche storiSenza titolo-2ella carina più avanti), perché un mondo circondato da bellezza emistero è dove io mi sento a casa.

Ho avuto feedback contrastanti sui ricami di insetti, qualcuno li ha amati, apprezzando i colori, le forme, l’idea; qualcuno proprio no, non riusciva ad andare oltre la sensazione negativa che gli procurava.

La bellezza credo sta sempre nella giusta via di mezzo, non li devi amare, ma hanno tante belle storie da raccontare che sarebbe bello scoprire insieme.

 

 

 

 

 

Senza titolo-1Senza titolo-3

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *